Occhiali da Vista Tommy Hilfiger TH 1419 2B5 TWc3Q

SKU701566
Occhiali da Vista Tommy Hilfiger TH 1419 2B5 TWc3Q
Occhiali da Vista Tommy Hilfiger TH 1419 2B5
FEATURED

Apple ha rilasciato la prima beta pubblica di macOS Mojave, installabile da tutti gli utenti iscritti all’Apple Beta Software Program.

X

macOS Mojave

Mojave è il nuovo sistema operativo per Mac che ci accompagnerà fino al 2019. Tra le novità più importanti,la scrivania di macOS Mojave integra ora la funzione “stack” che permette di organizzare al meglio i file presenti sul desktop. Per gli utenti che hanno scrivanie piene di documenti, con stack sarà molto più facile organizzarli al meglio visto che i vari file saranno automaticamente raggruppati per tipologia: PDF; immagini, fogli di calcolo e così via.

funzione “stack”

Anche il Finder è statosignificativamente aggiornato in macOS Mojave con una nuova Gallery View che consente agli utenti di scorrere visivamente i file. Il pannellodell’anteprima mostra ora tutti i metadati di un documento, così è più facile gestire interi asset di contenuti. Le azioni rapide consentono agli utenti dicreare e proteggere tramite password un PDF oppure eseguire azioni Automator personalizzate sui file direttamente dal Finder. La nuova modalità “Night” consente di oscurare l’intera interfaccia non solo per affaticare meno gli occhi, ma anche per consentire ai professionisti della fotografia e delle prestazioni di lavorare meglio.

Finder modalità “Night”

Scopri tutte le altre novità di Occhiali da Vista Puma PU0026O 001 ISeOO29sr
La versione finale di Mojave sarà disponibile in autunno.

Essendo una beta, questa versione di High Sierra potrebbe avere diversi bug e potrebbe non far partire diverse applicazioni. Possono anche verificarsi blocchi e arresti anomali. Per questo, consigliamo di installare la beta pubblica di Mojave solo su un Mac secondario , e non su quello principale.

installare la beta pubblica di Mojave solo su un Mac secondario

Prima di procedere con l’installazione, effettua un backup del Mac . Puoi utilizzare Time Machine o qualsiasi altro servizio, ma è importante effettuare questa operazione per non rischiare di perdere tutti i dati. Il ripristino del backup potrà essere effettuato anche se ritornate a High Sierra.

effettua un backup del Mac

macOS Mojave può essere installato sui seguenti Mac:

La prima cosa da fare è andare sul sito Apple dedicato alla beta pubblica e accedere con il tuo Apple ID. Seleziona macOS e clicca su “enroll your Mac” in basso. Adesso clicca su “ View the macOS public beta in the Mac App Store ” per far aprire il Mac App Store e avviare il download della beta. Adesso non devi fare altro che cliccare su “Scarica”, attendere il completamento del download e avviare l’installazione.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter , aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via . Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Esplora calendario Esplora mediagallery
{}
Arte e cultura

Palazzo della Rinascente

La Rinascente Spa

Alla destra del Duomo di Milano sorge il palazzo della Rinascente, primo grande magazzino di confezioni in Italia.

La forma attuale del palazzo risale alla ricostruzione più recente, ultimata nel 1950 e resa necessaria dagli ingenti danni lasciati dalla seconda guerra mondiale. Questo intervento si deve ad Aldo Molteni per il progetto generale, a Carlo Pagani per la sistemazione interna e a Ferdinando Reggiori per la facciata. Quest’ultima, con le arcate di marmo e i finestroni incorniciati di cotto, genera in quei tempi un forte dibattito tra favorevoli e contrari allo stile eclettico del palazzo. L’interno, grazie all’uso di massicce travi metalliche, è suddiviso in ampi spazi sullo stile dei mall americani.

A pochi metri dalla sede attuale, in via Santa Radegonda, era stato inaugurato nel 1865 dai fratelli Luigi e Ferdinando Bocconi il primo negozio in Italia per la vendita di abiti confezionati. Alcuni anni più tardi, nel 1877, i Bocconi aprono in via Tommaso Grossi il primo grande magazzino italiano nei locali dell’Hotel Confortable, ribattezzato Aux villes d’Italie, trasferito nel 1889 nella nuova sede di piazza Duomo, appositamente costruita per ospitare un grande magazzino.

Nel 1917 la società viene rilevata da Senatore Borletti che con il cognato Umberto Brustio ne rilancia l’attività con il nuovo nome La Rinascente, suggerito da Gabriele D’Annunzio. Un incendio sviluppatosi nella notte di Natale del 1918 costringe a una prima ricostruzione del palazzo che tuttavia non reggerà i danni prodotti dai bombardamenti del 1943.

Dopo ogni ricostruzione il grande magazzino è pronto a riprendere l’attività e a riaffermarsi come punto di riferimento cittadino per la moda confezionata e non solo. Le sue grandi vetrine sotto i portici sono sempre affollate di curiosi durante il periodo che precede le feste natalizie. La Rinascente, che si ispira ai modelli delle grandi città europee e statunitensi diventa una meta obbligata anche per i turisti contribuendo al successo di Milano come capitale della moda.

Nel corso del suo sviluppo La Rinascente dà vita ad altre catene di negozi come Upim e Sma: la prima, nata nel 1928, offre linee di prodotti a prezzi più bassi rispetto alla Rinascente, mentre la seconda è una catena di supermarket alimentari che nasce negli anni Sessanta. La famiglia Borletti cede negli anni Sessanta il controllo e la gestione della società e in seguito la maggioranza azionaria della Rinascente, quotata alla Borsa di Milano dal 1921, che è passata di mano diverse volte. Anche la formula del grande magazzino gestito in forma unitaria è mutata nel tempo: da molti anni i vasti spazi interni ospitano numerosi “corner” gestiti direttamente dalle grandi firme della moda, del lusso e del design.

Oltre alla bellezza del design interno, la Rinascente offre anche magnifici spettacoli al suo esterno; nel periodo natalizio, infatti, tutto l’edifico è illuminato da una cascata di splendide luci che rendono l’atmosfera davvero fiabesca e incantevole.

È presente inoltre una food hall con terrazza panoramica al settimo piano, nel quale si possono gustare ottimi pasti accompagnati da una visuale stupenda sulle guglie del Duomo.

Oggi i punti vendita italiani de La Rinascente sono undici nelle più importanti città.

Il nome “Rinascente” si deve al poeta Gabriele D’Annunzio che nel 1917, dopo un grave incendio che distrusse il grande magazzino da poco inaugurato, lo ribattezzò in questo modo per la volontà dei proprietari di farlo “rinascere“ immediatamente.

Prev Next
Condividi
© OpenStreetMap contributors

Piazza Duomo, Milano

21 settembre 2013 a 15:34 (UTC 2) Occhiali Montatura da vista Ray Ban RX6346 cod colore 2917 wfx4pdDX

Beh per adesso il reticolo spazio tempo sembra tenere… certo il desiderio di infrangere la barriera spazio temporale e portare una compagnia di arceri armati di modernissimi compound ad affrontare dei fucilieri inglesi dell’epoca della guerra d’indipendenza americana per distruggerli per cadenza di tiro e precisione è una tara di cui è difficile liberarsi…

16 marzo 2014 a 15:51 (UTC 2) Occhiali Da Sole Marca Isurf Eyewear Modello Old Street Effetto Legno Invecchiato Wayfarer Specchiato mont Blu Lente Sp Blu u0FMMXj

signor duca buongiorno , le volevo rivolgere una semplice ( e forse banale ) domanda : lei sa più o meno di che materiale erano fatte le uniformi inglesi del 1700-1800 ? in somma le famose giubbe rosse di che erano fatte ? grazie mille in anticipo !

D.B.

16 marzo 2014 a 18:12 (UTC 2) Occhiali da Vista Tiffany TF2133B 8015 gud49ys

Lana. Usa Wikipedia: http://en.wikipedia.org/wiki/Red_coat_%28British_army%29#Material_used

16 marzo 2014 a 22:30 (UTC 2) Link a questo commento

signor duca grazie mille della risposta , comunque la informo che io avevo utilizzato wikipedia ma GIURO non avevo trovato niente , grazie mille ancore e buona serata !

D.B.

21 marzo 2014 a 10:42 (UTC 2) Link a questo commento

Signor Duca, complimenti per l’accuratezza e la serietà tecnica dell’articolo. Riguardo ai test sulle spade, in effetti non era possibile danneggiare con un fendente un’armatura; Infatti molte delle spade medioevali non erano neanche affiliate, o lo erano solo in alcuni punti. Ho avuto modo di praticare, dopo molti anni di Kung Fu, un’anno di Kali, arte marziale filippina ma che deve molto del suo bagaglio tecnico alla scherma Medioevale; i Filippini hanno copiato molte delle tecniche dai colonizzatori Portoghesi. Gli attacchi con la spada venivano praticati di punta, punta disegnata per lo sfondamento, spesso afferrando con la mano il primo terzo della lama, detto ricasso, non affilato, per rinforzare ulteriormente il colpo. Quindi bisognerebbe capire se la punta di una spada può forare una corazza, o gli affondi erano portati con precisione solo ai punti deboli dell’armatura, cosa comunque non possibile con un fendente. Va anche detto che, essendo spesso non affiliate neanche sulla punta, ma solo nella parte mediana, le spade potevano essere afferrate al contrario per colpire a mo’ di martello da guerra, con I bracci dell’elsa, spesso appuntiti.

Un esauriente manuale dell’epoca è il “flos duellatorum” di fiore dei liberi (attorno al 1350).

22 ottobre 2014 a 01:39 (UTC 2) Link a questo commento

Ciao, ho trovato interessante soprattutto (ma non solo, ovviamente) questo tratto dell’articolo:

Mi chiedevo però, se con colpi d’armi bianche, più che altro le mazze, si potessero spezzare le ossa dell'”indossatore”. Me lo chiedevo perchè io faccio il fabbro e sebbene lavori il ferro e non l’acciaio, per quanto resistente possa essere le struttura in ferro che colpisco col mio martello, la superficie su cui poggia spesso e volentieri subisce danni…

XV Secolo. Un cavaliere equipaggiato con la protezione migliore disponibile indosserà un’armatura milanese, spessa 2 mm, arrotondata e fatta con acciaio a contenuto medio di carbonio (consideriamo qualità III, ma potrebbe essere anche stata indurita fino a qualità IV). Una freccia avrà bisogno di 230 J per penetrarla e altri 50 J per superare l’imbottitura sottostante e causare una ferita: 280 J sono fuori dalle possibilità perfino delle balestre con archi in acciaio. L’armaiolo può dichiarare senza problemi che questa armatura è “a prova di balestra”.

COCCOLE FUNZIONALI pelle priva di macchie e super luminosa proposte specifiche Palazzo Parigi Rituale Luminosità – Brightness of Ice Valmont

PEELING (FATTI DA MANI ESPERTE) Il medico estetico Dvora Ancona del centro Juva a Milano consiglia il Peeling Ferulac , il cui preparato prevede acido ferulico, floretina, retinolo e ceramidi . «Un mix che lo rende doppiamente funzionale: da un lato idrata , dall’altro regola la melanina ». Anche Graziella Macri , direttrice beauty di studio medico Skin House , conferma l’efficacia dei peeling chimici o meccanici. « Il principio base di tutte queste tecniche è comune: eliminare gli strati più esterni della pelle , quelli in cui sono incise le irregolarità e le imperfezioni (vedi macchie), promuovendo allo stesso tempo un intenso stimolo al rinnovamento cellulare dagli strati più profondi » .

PEELING (FATTI DA MANI ESPERTE) medico estetico Dvora Ancona Peeling Ferulac acido ferulico, floretina, retinolo e ceramidi idrata melanina Graziella Macri Skin House eliminare gli strati più esterni della pelle

ALTERNATIVA NATURALE Silvia Bianco , estetista e titolare di Lo Studio Bianco a Milano, consiglia principi attivi ad attività schiarente come liquirizia, acido kojico (che deriva da funghi del riso), e uva ursina . «Provate a indossare sieri che li contengano, oppure oli ricchi di vitamine A, C, E : applicati sotto una crema giorno antiossidante, meglio se combinata a una protezione solare, possono fare la differenza » .

ALTERNATIVA NATURALE Silvia Bianco Lo Studio Bianco liquirizia, acido kojico uva ursina oli ricchi di vitamine A, C, E

L’ideale, come sempre, sta nella sinergia tra i trattamenti . A patto di essere sempre ben consigliate dagli esperti (no al fai da te).

sinergia tra i trattamenti

Foto in apertura Billy Kidd, Beauty in Vogue, maggio 2014

Rimedi bellezza , Trattamenti viso e corpo

FROM SOCIAL MEDIA

Abbonati e Regala Vogue Italia!edizione digitale inclusa Only €19,90
Play Video
Unmute
Current Time 0:00
Duration Time 0:00
Loaded : 0%
Progress : 0%
Stream Type LIVE
Remaining Time -0:00
Share
1
Audio Track
Fullscreen

This is a modal window.

Copyright © 2018 - 3Labs Srl - A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965 Testata giornalistica associata all'USPI Unione Stampa Periodica Italiana, registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
Forum software by XenForo™ © | Style and add-ons by ThemeHouse Traduzione italiana di XenForge.com